Indagine epidemiologica delle infestazioni da Ixodidae

Home /  Indagine epidemiologica delle infestazioni da Ixodidae

0

Indagine epidemiologica delle infestazioni da Ixodidae

By ComunicazioneIn Eventi e manifestazioni26th marzo, 2015

_MG_2537E’ in corso di svolgimento un’indagine epidemiologica sulla diffusione di zecche nel territorio provinciale, tra cui alcune aree del Parco delle Groane, per un progetto di ricerca in collaborazione con la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Milano. Ma ecco nei dettagli cosa avverrà.

Introduzione dello studio

L’aumento, in certe aree di micro-mammiferi e ungulati selvatici unitamente alle modificazioni ambientali indotte dalle variazioni climatiche e dall’uomo, hanno determinato un aumento della circolazione delle zecche dure, appartenenti alla famiglia Ixodidae, le quali sono considerate tra i principali vettori di microorganismi patogeni. Le malattie trasmesse da zecche, o Tick-Borne Diseases (TBDs), occupano, attualmente, un ruolo di primaria importanza nell’ambito delle patologie infettive sia dell’uomo che degli animali.

Obiettivo dell’indagine

L’obiettivo del presente protocollo di studio è quello di determinare la fauna ixodologica presente nelle aree oggetto di monitoraggio, tra cui il Parco delle Groane e valutare i principali aspetti ecologici ed epidemiologici degli artropodi vettori. Mediante tecniche di georeferenziazione saranno prodotte mappe di distribuzione delle zecche e saranno sviluppate mappe di rischio riferite alla probabilità per la popolazione umana e animale di entrare in contatto con i vettori.

Periodo di campionamento

Da marzo a settembre 2015.

Aree di studio

Per ottenere dati rappresentativi dell’intero territorio del Parco delle Groane, saranno individuate un numero significativo di aree a diverso rischio ixodologico, caratterizzate da alcune peculiarità (ad esempio la presenza di sentieri, aree pic-nic, zone boschive di diverse tipologie, percorsi equestri, vicinanza ad allevamenti o centri ippici e terreni agricoli incolti).

Modalità di campionamento

Lo studio prevede la raccolta di zecche dall’ambiente tramite la tecnica dello strisciamento (dragging). L’operatore compie un percorso predefinito trascinando un telo di lana bianco sul quale le zecche eventualmente presenti sul territorio e in atteggiamento di attesa dell’ospite salgono attratte dalle vibrazioni meccaniche e dal colore bianco del telo che simulano il passaggio e l’ombra di un ospite. Parallelamente verranno campionate anche le zecche rimosse da animali sia domestici (come ad esempio i cavalli ospitati nel Parco e i cani che abitualmente lo frequentano) che selvatici e dai pazienti umani riferiti rispettivamente ad ambulatori veterinari e scuderie, centri di recupero e punti di intervento locali preventivamente allertati.

Conservazione e analisi dei campioni

Ogni esemplare di zecca conferito all’Università di Milano verrà posto in contenitori con alcool etilico al 70% identificati con codici di riferimento in attesa di essere classificato. Inoltre per ogni zecca verrà determinato: il genere, la specie, lo stadio di sviluppo e il sesso mediante l’utilizzo di specifiche chiavi morfometriche.

Prima fase dei lavori: domenica 22 marzo 2015

Una delegazione delle nostre Guardie Ecologiche composte dal responsabile Gruppo Natura Paolo Ventura (che da vicino e in prima persona sta seguendo questo progetto) assieme a Vincenzo Gramegna e Vittorio Protti, ha accompagnato la Dott.ssa Emanuela Olivieri responsabile operativo dell’indagine, sui siti identificati di maggior interesse per la ricerca in oggetto relativamente alle zone segnalate e di nostra conoscenza che più di altre potrebbero essere interessate dalla presenza delle zecche. Prevalentemente nelle vicinanze di maneggi, cascine, zone di stazionamento della transumanza delle pecore e siti di passaggio di cani e persone. E’ stata identificata una decina di punti dove verranno effettuate le rilevazioni come spiegato sopra.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Sito ufficiale del
Parco delle Groane

Contatti

Via della Polveriera, 2
20020 Solaro Milano
+39 02 9698141
protocolloparcogroane@promopec.it